Contattaci

Noi Brugherio

Vulpio (Idv) dice addio al Pd. «Raduniamo anche a Brugherio gli anti montiani»

Politica

Vulpio (Idv) dice addio al Pd. «Raduniamo anche a Brugherio gli anti montiani»

Il segretario dell’Idv cittadino icola Vulpio

«Abbiamo provato in ogni modo a riunire il centrosinistra. Il Pd non ci vuole, dice che con noi non si può ragionare. Peccato, ma non possiamo fare altro che prenderne atto: andranno da soli con la “Lista Brugherio è tua”. Noi a questo punto iniziamo la nostra campagna elettorale autonoma». Con queste parole il segretario cittadino dell’Italia dei valori Nicola Vulpio commenta l’orientamento del Partito democratico emerso da un recente comunicato (Noi Brugherio ne ha parlato qui) e da parole di questi ultimi giorni del segretario Marco Troiano.
Spiega Vulpio: «In questi mesi tanti elettori del Pd ci fermavano per strada per chiedere di presentarci alle elezioni con un centrosinistra unito. Condividiamo quella posizione, perché solo così si vince. Si doveva puntare a passare al primo turno».
Vulpio però sostiene che il Pd abbia commesso in passato degli errori. Ed elenca: «I democratici sono stati tra coloro che proposero in primis la costruzione di un Centro commerciale sul parco, quelli che ora criticano un Pgt che in quanto a colate di cemento non è molto diverso dal loro Piano regolatore, che hanno tollerato politiche cooperativistiche all’insegna del consumo di suolo, svenduto a prezzi iniqui a cooperative amiche». «Adesso – prosegue il dipietrista – sono loro per primi a dire che il Pgt va cambiato. È un buon segnale, vuol dire che si sono accorti degli errori. Dicono di volersi confrontare con chi condivide questa posizione. E allora perché con noi non vogliono ragionare?». «Per noi questo Pd resta comunque meglio del centrodestra o dei grillini, ma finirà per perdere».
«L’Idv – conclude Vulpio – crede che ci vuoglia un centrosinistra alternativo a Monti e ai partiti che hanno fatto parte del suo governo e pertanto consideriamo necessario che tutte le forze che si sono opposte prima a Berlusconi e poi a Monti creino in Italia e a Brugherio un’alternativa vincente».

Continua a leggere

Di più Politica

To Top