Contattaci

Noi Brugherio

Arriva Scola per benedire l’altare di San Bartolomeo

Comunità Pastorale

Arriva Scola per benedire l’altare di San Bartolomeo


Un blocco di marmo, tagliato. Con sopra una tavola, anch’essa di marmo. È l’altare di San Bartolomeo, installato un paio d’anni fa in sostituzione della vecchia tavola di legno. Domani, domenica 19, il cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano, lo benedirà solennemente. È la cerimonia di “dedicazione”, suggestivo rito ricco di simboli e significati.

Letture scelte dal cardinale
«Avverrà – spiega il parroco don Vittorino Zoia – durante la Santa Messa delle ore 10. Una Celebrazione durante la quale non saranno annunciate le letture del giorno, ma quelle specifiche scelte per l’occasione dal cardinale».
Sono tratte dal libro di Neemia (8,2-4a.5-6.8-10), dai Salmi (18B, 8-9.10.15), dalla lettera di San Paolo agli Efesini (2,19-22) e dal Vangelo secondo Luca (19,1-10).

Un richiamo all’Eucaristia
L’arcivescovo ha chiesto alla parrocchia una presentazione della comunità e della città, per sapere chi incontrerà domenica. «La sua visita – prosegue don Vittorino – è un richiamo a ciò che costituisce il polo centrale per ogni cristiano: l’Eucaristia, il Crocefisso risorto».

I simboli dell’altare
Sacrificio e Risurrezione, due elementi che trovano concretezza nell’architettura del nuovo altare. I due blocchi separati del basamento richiamano al Calvario, a una spaccatura, al sacrificio della Croce. Li sovrasta una tavola distinta, ma non separata, segno dell’Eucaristia. I due elementi si richiamano a vicenda, precisa il parroco: «L’Eucaristia è la memoria del sacrificio della Croce: per noi, il Corpo dato e il Sangue versato di Cristo». Il progetto è di un’architetto milanese, Anna Mazzola. Il materiale e la realizzazione sono stati donati da un’azienda brugherese che desidera rimanere anonima.
La celebrazione vedrà la presenza del coro della Comunità pastorale, composto da coristi delle quattro parrocchie.

Olio, incenso, invocazioni: simboli e significati della dedicazione dell’altare

La visita al nuovo oratorio di San Damiano
Prima della messa, intorno alle ore 9, il cardinale Angelo Scola visiterà l’oratorio di Sant’Albino e San Damiano, in occasione dell’imminente termine dei lavori di ristrutturazione. «Sta venendo proprio bene – conclude don Zoia -. Sarà un luogo dagli spazi adeguati e necessari per le attività dei ragazzi, a partrire dal catechismo che negli scorsi anni era costretto ad aule insufficienti. Mi auguro che sia un bel punto di ripartenza per la comunità cristiana».

Continua a leggere

Di più Comunità Pastorale

To Top