Contattaci

Noi Brugherio

Fondi Covid e il campo 3 del Centro sportivo comunale nella quarta variazione al Bilancio 2021

cerchiato in rosa, il campo 3 del Centro sportivo comunale di via san Giovanni Bosco
Cerchiato in rosa, il campo 3 del Centro sportivo comunale di via san Giovanni Bosco (foto da Google Maps)

città

Fondi Covid e il campo 3 del Centro sportivo comunale nella quarta variazione al Bilancio 2021

L’assessore al bilancio Alberto Brambilla ha presentato in Consiglio comunale la quarta variazione al Bilancio di previsione. Prelevati dal fondo Covid, ha spiegato, 554mila euro verranno destinati con tre bandi attivi fino al 3 dicembre.

Fondi per i bandi Covid

Sono così divisi: 150mila euro alle scuole paritarie cittadine per le maggiori spese legate alla limitazione della pandemia; 70mila euro alle associazioni con fini sociali che abbiano avuto diminuzione di entrate o di soci dal 2019 al 2020; poi, 70mila euro a sostegno delle famiglie in difficoltà con la mensa scolastica e 11mila per i trasporti a persone con disabilità, 17mila per i servizi pasti a domicilio e assistenza domiciliare. Destinati 30mila euro alle associazioni culturali, sempre a fronte di minori entrate, 100mila euro alle associazioni sportive, 100mila alle attività economiche con riduzione del fatturato superiore al 20% e meno di 5 dipendenti.

Sospesa ancora la Tosap

Va nella direzione del sostegno alle attività commerciali anche una proposta di Simone Castelli, votata all’unanimità dal Consiglio, che azzera anche per tutto il 2022 la tassa di occupazione suolo pubblico per le attività come bar e ristoranti che hanno ampliato all’aperto i propri spazi.

Novità al Centro sportivo

Tornando alla variazione di Bilancio illustrata da Brambilla, 32mila euro sono stati destinati al rifacimento del campo 3 del Centro sportivo, 85mila euro al parco Increa, 20mila euro al verde pubblico di via Rodari, infine un intervento per rifacimento delle porte della ex chiesetta di Maria Bambina della quale Brambilla non ha specificato la cifra. Le maggiori entrate dalle multe di viale Lombardia «verranno utilizzati essenzialmente per quanto riguarda la sicurezza sul territorio», ha detto, in particolare per potenziare le videocamere di sicurezza. Rientra nella variazione anche il progetto di sistemazione del viale dei Portici, all’Edilnord, in compartecipazione tra il Comune e il comprensorio.

Ha suscitato polemiche, soprattutto, la proposta di rifacimento del campo da calcio, esigenza che la minoranza aveva già portato in Consiglio vedendosi bocciare la proposta. Roberto Assi, Massimiliano Balconi e Michele Bulzomì i più critici sul tema e sui tempi di presentazione dei documenti consiliari.

Cambia il Centro Olimpia

La variazione di Bilancio ha affrontato anche il tema della “terza fase” del Centro Olimpia. Per questioni normative, il Centro aveva già subito un cambiamento nel 2013 e ora è chiamato a una nuova modifica. L’istituzione Centro Olimpia non esisterà più com’è ora, vale a dire con un consiglio di amministrazione, un direttore tecnico e un segretario contabile. L’idea, spiega il sindaco Marco Troiano, è che il ruolo del cda (ipotizzare i corsi e affidare al direttore la gara di appalto per realizzarli) sia assorbito dagli uffici comunali. L’importante, aggiunge, è che il Comune modifichi i regolamenti assicurando al Centro Olimpia priorità di scelta oraria nelle palestre comunali, offra prezzi calmierati, gestisca i corsi scolastici. Cambiando pelle, ma con il ruolo sociale e sportivo ricoperto finora. Il punto, sostiene, è capire a quale organismo o assessorato affidare l’indirizzo politico. Rassicurazioni che non hanno convinto diversi membri della minoranza, secondo i quali ciò che si rischia è una semplice chiusura e smantellamento del Centro Olimpia.

La variazione di Bilancio è stata infine approvata con i voti della maggioranza.

Continua a leggere

Di più città

To Top