Contattaci

Noi Brugherio

Andrea Devicenzi, paralimpico salvato dall’Avis

Associazioni

Andrea Devicenzi, paralimpico salvato dall’Avis

Essere capaci di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà o ad eventi traumatici, anche grazie allo sport. Un messaggio che vuole trasmettere, con la sua testimonianza, l’atleta paralimpico Andrea Devicenzi che racconterà la sua storia giovedì 26 maggio alle ore 21 nella Sala consiliare del Comune in piazza Battisti 1 (ingresso gratuito). L’iniziativa è nata grazie alla collaborazione delle due associazioni cittadine: Avis e Aido.

Una vita dedicata allo sport
Bronzo europeo 2012 e argento 2013 nel Paratriathlon. Primo amputato a concludere la Parigi-Brest-Parigi e a scalare i 5.602 metri del KardlungLa. Campione italiano di paraciclismo su strada, a cronometro ed inseguimento. Ma anche apprezzato Mental Coach. Questo e molto altro è oggi, a 42 anni, Andrea Devicenzi.

«Vivo grazie al sangue Avis»
«Io sono vivo grazie all’Avis –esordisce l’atleta nel suo racconto – all’età di 17 anni ho fatto un incidente in moto (era il 1990) e ho perso 5 litri di sangue e se non ci fossero state 18 sacche di sangue donate da 18 persone che mettevano il loro tempo e parte del loro corpo a beneficio di sconosciuti non sarei qui a raccontarlo». Lo sport, sottolinea l’atleta, «mi ha permesso di raggiungere risultati ottimi dal punto di vista anche lavorativo, familiare e ora sono una persona completamente felice al di là della gamba in meno. Uno dei messaggi che porto sempre ai ragazzi che incontro è proprio quello che le cose non arrivano così per caso». Lo sportivo ci svela che partirà il 25 luglio con Stefano Mattioli e andrà a percorrere 1200 km in otto giorni sulle strade del Perù da Lima a Cusco poi quattro giorni di trekking a piedi con le stampelle lo porteranno a raggiungere il Machu Picchu. Saranno quattro giorni a piedi con sacco a pelo, tenda e viveri.

Il 26 maggio
Alla serata di giovedì 26 sarà presente anche Pamela Satriano, trapiantata a 19 anni ora trentenne, Hamze Al Khansa, direttore sanitario Avis Comunale Brugherio, Mauro Brugali, presidente Avis Brugherio e Lucio D’Atri, neo presidente del Gruppo Aido cittadino.

Continua a leggere

Di più Associazioni

To Top