Contattaci

Noi Brugherio

ONE e Martina Palmese, al G7 dalla parte dei più poveri

Cronaca

ONE e Martina Palmese, al G7 dalla parte dei più poveri

Martina Palmese (al centro, maglia nera), con i volontari italiani di One

Da Brugherio a Monaco di Baviera, per sensibilizzare i leader del G7 sulla povertà nel mondo. Martina Palmese, 28enne residente in città, è volontaria dell’organizzazione internazionale ONE Campaign, fondata dal cantante degli U2 Bono Vox nel 2004.

Obiettivi raggiungibili
«Sconfiggere la povertà estrema entro il 2030 e combattere le malattie facilmente prevenibili sono i principali obiettivi di ONE» spiega Martina, “ambasciatrice” dell’organizzazione da inizio anno. Obiettivi importanti, ma che secondo la brugherese e gli altri attivisti di One non sono affatto irragiungibili. Anzi.

«Meno parole, più fatti»
Passi avanti sono stati fatti nell’ultimo G7, il summit che vede riunire i capi di Stato e di governo di Stati Uniti, Canada, Italia, Francia, Gran Bretagna, Germania e Giappone, che si è svolto a Monaco (in Germania) il 4 e 5 giugno scorsi.
Martina Palmese era presente insieme a circa 250 ambasciatori di ONE, che nel mondo registra oltre 6 milioni di iscritti, per sensibilizzare i grandi della Terra a mettere i più poveri al centro dei dibattiti: «In precedenza ci sono stati incontri tra i nostri rappresentanti e i leader degli Stati, a Monaco è stata l’occasione per fare un raduno pubblico e di confronto».
Martina e compagni hanno manifestato con dei grossi palloni gonfiabili raffiguranti i volti dei sette capi di governo presenti al vertice, con lo slogan «vogliamo qualcosa di più, non solo parole ma fatti» spiega l’attivista brugherese.

Aiuti a Paesi poveri e donne
Nel comunicato rilasciato da ONE nei giorni successivi alle riunioni si possono leggere le decisioni a cui sono giunti i potenti. In particolar modo l’impegno preso dai paesi dell’Unione Europea a destinare lo 0,7% del Pil per aiuti internazionali ai Paesi in via di sviluppo e il tema di sviluppare programmi misurabili a livello quantitativo per il potenziamento del ruolo femminile.
«È stato un G7 con esiti positivi, adesso aspettiamo di vedere che tutti gli impegni siano confermati con azioni e dichiarazioni ancora più fattive, in modo che non rimangano solo parole e gli impegni vengano concretizzati» commenta Martina.

Sensibilizzare i giovani
ONE , nata negli Stati Uniti, è ancora poco conosciuta in Italia (sono infatti solamente 30 i volontari italiani). Tra gli obiettivi di Martina c’è quello di far conoscere l’importanza di questi temi, anche a livello locale: «Con ONE poso impegnarmi in prima persona. È importante sensibilizzare l’opinione pubblica e i giovani, soprattutto nelle scuole, perché questi sono problemi che ci toccano anche nel nostro stile di vita».
Per avere informazioni su ONE è possibile contattare Martina Palmese all’indirizzo mail: martyp86@gmail.com.

Continua a leggere

Di più Cronaca

To Top