Contattaci

Noi Brugherio

Diavoli Rosa, l’Under 19 è campione interprovinciale

Primo Piano

Diavoli Rosa, l’Under 19 è campione interprovinciale

Una giornata perfetta, che non ha deluso le aspettative. Il futuro dei Diavoli Rosa è molto roseo e poco nero. L’hanno dimostrato ancora una volta i ragazzi dell’Under 19 guidata da Danilo Durand e Moreno Traviglia, che domenica 22 febbraio hanno conquistato il titolo Interprovinciale con un doppio 3-0 rifilato all’Agliatese e a Volley Segrate.

«Questo ennesimo risultato ha origini lontane, tanto duro lavoro in palestra e tante gare con avversari di grande qualità» dicono dallo staff rosanero. Dopo un avvio in sordina, i Diavoli hanno capito che c’era lo spazio per fare di più e sono andati a conquistarsi il titolo finale dopo aver superato il girone iniziale da secondi in classifica, alle spalle proprio di Segrate, battuto poi in finale.
«Abbiamo disputato una giornata di Finale praticamente perfetta: la mattina contro Agliatese siamo stati bravi a mantenere alta l’attenzione contro un’ottima squadra e ad aggiudicarci l’incontro in tre set – dichiara Durand -. Questo ha sicuramente influito nell’andamento della finale che Segrate ha affrontato con nelle gambe la maratona della mattina con Vero Volley».

Nella finalissima giocata al PalaKennedy i Diavoli sono stati spinti dal tifo e dall’entusiamo del pubblico, che non ha mai lasciato soli i ragazzi in campo. Dopo un primo set giocato punto a punto e concluso 25-23, i rosanero hanno dato lo strappo decisivo nel secondo periodo con un netto 25-10; l’ultimo set, più sofferto, ha visto comunque prevalere i brugheresi.

Oltre all’importante affermazione di squadra, sono arrivati anche i premi personali a impreziosire il lavoro della società: Matteo Maiocchi è stato eletto miglior giocatore e Mirko Baratti miglior palleggiatore. Entrambi, insieme a Luca Mondonico, Massimo Piazza, Mattia Raffa, Alessandro Frattni e Nicola Gamba si stanno rendendo protagonisti anche con la prima squadra in B2, questo a testimonianza del grande lavoro fatto sul settore giovanile dalla dirigenza rosanero.

«È un successo non preventivato nè preventivabile, che ci riempie d’ orgoglio. Devo fare un plauso a tutti e tredici i ragazzi impegnati in questa giornata di finale e a quelli che ci hanno dato una mano per arrivarci, sono stati veramente eccezionali» conclude Durand.

Continua a leggere

Di più Primo Piano

To Top