Contattaci

Noi Brugherio

La musica giovane è in gara a Increa

Da sinistra Pedro Fiamingo, Paolo Pessina e Marco Fossati

Cultura

La musica giovane è in gara a Increa

Da sinistra Pedro Fiamingo, Paolo Pessina e Marco Fossati

Da un mese a questa parte, al giovedì sera il palco del bar Masnada del Parco Increa è teatro del contest musicale per band emergenti “Discorverband”. Dall’8 maggio, dodici gruppi musicali si sono sfidati per conquistare la finalissima che si terrà giovedì prossimo, il 12 giugno, a partire dalle 22. Il contest è organizzato per la prima volta dal Masnada, dall’Incontragiovani e dallo studio di registrazione e sala prove monzese Frequenze Studio.

«L’idea è partita da noi – racconta Paolo Pessina del Masnada –. Abbiamo poi coinvolto Frequenze e l’Incontragiovani, e abbiamo così creato quest’unione di addetti ai lavori». Nonostante sia il primo anno, gli organizzatori hanno riscontrato un notevole successo, dovuto soprattutto all’interesse mostrato da varie band del territorio: «Alle selezioni iniziali se ne sono presentate più di 30. Per essere il primo anno è senza dubbio positivo, in futuro si potrà fare meglio» dice Marco Fossati dell’Ig. Sono tre i premi in palio per le band che saliranno sul palco per l’ultima serata: i vincitori avranno a disposizione due giorni per registrare un brano negli studi di Frequenze; la band classificata seconda suonerà una sera al Masnada, mentre la terza salirà sul palco del Magnolia (noto locale milanese) come spalla a un gruppo più noto.

Pedro Fiamingo, dello studio Frequenze, spiega: «Stiamo investendo sulla possibilità di far crescere gruppi. Il progetto è nato anche per risolvere il problema della mancanza di spazi per esibirsi, non solamente per la musica. In questo modo diamo spazio alla creatività di giovani artisti».

«La cosa importante – sottolineano – è che è completamente gratuito per le band e per il Comune, che ci ha dato il patrocinio non oneroso. Le risorse sono tutte nostre». Ogni soggeto coinvolto quindi, ha partecipato a suo modo alla buona riuscita della rassegna; inoltre, la giuria che valuta i gruppi sulla base della presenza scenica, dell’esecuzione e della qualità, è composta proprio da Frequenze, Masnada e Ig, con l’aiuto del pubblico che però influisce per una percentuale minore.

Gli organizzatori poi, svelano il loro progetto per il futuro: «L’obiettivo è ingrandire la rassegna e farla diventare un festival. Sarebbe bello riuscire a coinvolgere anche altri spazi e altri comuni».

Le band finaliste sono: Il Pianto di Azzurra, Insonia Rosa, Hartman e Divers on the Moon.

Continua a leggere

Di più Cultura

To Top