Contattaci

Noi Brugherio

L’Avis Brugherio spegne 55 candeline. Una storia di valori che dura grazie ai volontari

Associazioni

L’Avis Brugherio spegne 55 candeline. Una storia di valori che dura grazie ai volontari

Buon compleanno all’Avis Brugherio per 55 anni di attività continuativa sul territorio. Un anniversario davvero speciale quello celebrato dall’Avis, l’associazione volontari italiani sangue, sezione di Brugherio, il 6 ottobre. Parliamo di 55 anni di impegno: dal 1958 al 2013.

«Posso solo dire che domenica è stata una giornata davvero importante e speciale per la nostra associazione che ha raggiunto 55 anni di attività – sottolinea Carlo Adolfo Bianchi, presidente della sezione di Brugherio -. Tutti i partecipanti ai festeggiamenti sono rimasti soddisfatti! L’Avis non deve dimenticare l’impegno gratuito di tante persone che negli anni hanno supportato la nostra associazione e desidero affermare che il nostro lavoro proseguirà su questa strada e continueremo ad impegnarci costantemente per fare in modo che la nostra associazione rimanga ancora viva nel tempo. Voglio ancora ribadire  – conclude Bianchi – il lavoro gratuito di tutti i volontari ed è proprio grazie ai volontari che i nostri obiettivi vengono raggiunti. Sono felice di dire che il 31 dicembre 2012 i donatori sono stati 1760 e mi auguro che ne entrino sempre di nuovi soprattutto giovani».

Domenica 6 ottobre tutti i soci e simpatizzanti si sono incontrati e hanno condiviso i valori che li legano da sempre. Inoltre in quella giornata sono stati premiati 340 donatori, che hanno manifestato la loro solidarietà, arrivando a compiere dalle cinquanta donazioni in su. Presenti all’evento le rappresentanze delle Avis gemellate di Lula-Onanì (Nu), Pachino (Sr) e donatori di sangue della Croce rossa di Prešov-Sabinov (Slovacchia).

 

La storia della sezione brugherese

La sezione Avis di Brugherio è stata costituita il 28 settembre 1958 da un gruppo di cittadini già donatori e benemeriti con a capo Luigi Manzoni che, sostenuti dalle autorità religiose, civili, militari e sanitarie, hanno sentito attorno a sé l’incoraggiamento valido a dar vita a Brugherio all’associazione umana e morale dell’Avis con sede in via Cavour, 14. Anni dopo, si sono succeduti alla guida della sezione quattro presidenti. Il fondatore cedette la carica il 2 luglio 1960 a Lino Perego, che rimase presidente fino all’11 aprile 1974.

Successivamente la nomina passò a Antonio Rolla, che per ben 22 anni diresse l’associazione. Poi fu la volta di Angelo Casati, presidente dal 21 marzo 1996 al 7 marzo 2002. Infine, Pietro Sangalli che condusse l’associazione allo storico traguardo del 50° di fondazione. L’attuale presidente è Carlo Adolfo Bianchi in carica dal 4 marzo 2009. Quattro presidenti ma anche quattro traslochi!

Dalla sede di fondazione, gli uffici della sezione si sono spostati prima in via V. Veneto, 69 (1961 – 1974), poi in via S. Caterina, 55 fino al 1988, in viale Lombardia, 300 (1988 – 1999). Dal 1999 la sede è presso la Palazzina del Volontariato in via Oberdan, 83. Negli anni, molti hanno deciso di aderire al progetto associativo, infatti si sono costituiti due gruppi aziendali Candy e Magnaghi, il gruppo di quartiere di S. Damiano e S. Albino ed il Gruppo Podistico Avis Brugherio. Tra gli eventi, spiccano per importanza, l’inaugurazione in via Galvani del Monumento al Donatore di sangue (1978) con la presenza del ministro Vittorino Colombo, il gemellaggio nel 1988 con i donatori di sangue di Le Puy en Velay (Francia). Nel 1977 e 1988 la sezione comunale ospitò due assemblee dell’Avis provinciale di Milano con la presenza dei rappresentanti di ben 100 Avis comunali.

 

 

 

Continua a leggere

Di più Associazioni

To Top