Contattaci

Noi Brugherio

La Croce Rossa in Croazia per riportare a casa una mamma e i suoi bimbi

Cronaca

La Croce Rossa in Croazia per riportare a casa una mamma e i suoi bimbi

Una missione internazionale che ha visto come protagonisti i comitati della Croce Rossa di Brugherio, di Nova Milanese e Desio. Mille chilometri per portare aiuto ad una mamma con i suoi tre bambini coinvolti in un brutto e drammatico incidente avvenuto in Croazia. Domenica 22 tre le autoambulanze che sono partite alle ore 5 di mattina per raggiungere la Croazia con lo scopo di recuperare una famiglia residente in Brianza rimasta coinvolta in un incidente il 13 settembre scorso in località di Fiume, al confine tra Slovenia e Croazia.

Il nucleo familiare di origine albanese stava rientrando in Italia dopo aver trascorso le vacanze estive e proprio in quella circostanza è avvenuto il tragico impatto; nell’incidente il marito ha perso la vita; la moglie di 34 anni con i figli di 5, 7 e 10 anni sono stati invece trasportati d’urgenza in un ospedale della Croazia per le ferite riportate con l’impossibilità da parte della donna di sostenere le ingenti spese di trasferimento in Italia. Il consolato croato si è messo quindi in contatto con la Croce Rossa Italiana per predisporre il rientro in Italia delle quattro persone ferite e alla sede provinciale della Cri è giunta la risposta positiva dei comitati locali per effettuare la missione. Il presidente provinciale Mb della Croce Rossa Giuseppe Nava ha sottolineato «l’importanza dell’operazione che ha visto coinvolti insieme dei comitati locali che per la prima volta hanno lavorato in stretto contatto per un trasporto di pazienti politrauma e non per aiuti umanitari come avviene di solito».

Cinque i volontari, due i medici rianimatori e la sezione brugherese ha portato un mezzo di 118 per effettuare il trasporto dei feriti. La Croce Rossa brugherese ha partecipato attivamente insieme alle altre Cri al rimpatrio delle quattro persone, che è avvenuto di domenica in tarda serata, e ora secondo quanto ci hanno riferito dalla sezione cittadina «la famiglia si trova ancora ricoverata presso un ospedale milanese però con buone possibilità di ripresa per tutti i componenti». Il comitato Cri brugherese ha sottolineato «l’aspetto più emotivo della missione.

Una missione che ha certamente toccato il cuore di tutti coloro che si sono adoperati per il trasporto di quella mamma e dei suoi bambini. Durante il viaggio durato circa otto ore i bambini sono stati coinvolti in momenti di gioco per rendere il percorso meno traumatizzante possibile e il risultato è stato davvero ottimo e i piccoli si sono fatti coinvolgere in giochi con i palloncini colorati». Soddisfazione dunque dal comitato della Cri di Brugherio per l’esito positivo dell’operazione che è stata realizzata grazie alla capacità di coordinamento tra i vari comitati, la professionalità e qualità di intervento di volontari e medici che ogni giorno sono in prima linea per salvare vite umane.

 

Continua a leggere

Di più Cronaca

To Top