Contattaci

Noi Brugherio

«In 25 anni risultati incredibili». Diavoli Rosa dalle scuole alla B1

Sport

«In 25 anni risultati incredibili». Diavoli Rosa dalle scuole alla B1

Tutti i membri della società dei Diavoli Rosa

«Abbiamo fondato la società come modo per continuare a giocare a pallavolo anche dopo il liceo, eravamo un gruppo di amici uniti da questo sport. Non si poteva immaginare di arrivare fino a questo punto». Inizia così Danilo Duran a raccontare la lunga e strana storia dei Diavoli Rosa, società di pallavolo che compie 25 anni e festeggerà stasera (sabato 15 giugno) dalle 19,30 al Pala Kennedy l’importante avvenimento.

Durand è l’anima della società. Ne è stato uno dei fondatori, quando nel 1987, dopo aver finito il liceo Volta di Milano, un gruppo di amici ha voluto fondare una società per continuare a giocare insieme. Nel corso degli anni Durand ha vestito ogni ruolo della società rosanero: giocatore (palleggiatore) prima, allenatore e direttore tecnico ora. Danilo Durand e i Diavoli Rosa sono un binomio inscindibile. L’approdo a Brugherio arriva nel 1993, dopo la chiusura della storica squadra brugherese Gividì. «Ci conveniva trasferirci qua perchè c’era la disponibilità di strutture a un costo inferiore» spiega Durand.

Danilo Durand

Il 1993 è un anno importante per i Diavoli, non solo per il trasfermento in città. Da quell’anno parte infatti in maniera seria e concreta il progetto del settore giovanile, oggi fiore all’occhiello della società. «Senza dubbio i risultati agonistici sono importanti, e in questi anni ne sono arrivati parecchi – dice il direttore tecnico – Ma quello che vogliamo noi è anche dare un’opportunità a tutti i ragazzi, e il fatto che siamo presenti in tutte le categorie giovanili con due squadre ne è la prova. Attualmente abbiamo 170 iscritti, un dato che per una società solo maschile è incredibile». Con le due di quest’anno, che hanno visto protagonisti gli under 14 e 15, la società nel corso della sua storia ha ottenuto ben otto finali nazionali, risultato che premia gli sforzi fatti in 25 anni: «Sono risultati eccezionali, soprattutto in Lombardia dove a livello giovanile ci sono molte squadre. Investiamo molto sul settore e questa è una scelta vincente, che paga. In questo modo infatti, siamo anche riusciti a contenere i costi della prima squadra, che quest’anno in B1 era l’unica con tutti gli elementi della rosa provenienti dal settore giovanile».

Un progetto a lungo termine dunque, su cui la società continua e continuerà a puntare molto, anche in ottica futura. Anno d’oro è stato il 2008, quando la squadra ha ottenuto la storica promozione nel campionato di B1, competizione che viene mantenuta da quell’anno. Nell’ultima stagione la prima squadra si è classificata all’ultimo posto, ma la retrocessione (salvo ripescaggio) è stata comunque condita dal record di vittorie in campionato della storia dei Diavoli.

La società rosanero si impegna attivamente anche nelle scuole elementari del territorio, con il progetto “Pallavola anche tu”, che vede otto allenatori impegnati in corsi di pallavolo nelle varie classi. «Anche quest’anno abbiamo avuto un riscontro molto positivo, sia a livello a livello di numeri che sul rapporto con gli insegnanti» commenta Durand.

Alessandro Degli Agosti

Presidente della società è Alessandro Degli Agosti, che dedica tutto il suo tempo libero per i Diavoli Rosa, e tiene a sottolineare quanto sia importante l’aiuto di tutti: «Il lavoro è tantissimo, la società e molto numerosa e non è facile andare avanti, per questo un grande ringraziamento va a tutti coloro che ci danno una mano, che sono in parecchi. Un grazie particolare va alla nostra addetta stampa Paola Monaco, che fa tutto volontariamente e si impegna tantissimo».

 

Unica nota dolente che fanno emergere il presidente e il direttore tecnico è la condizione precaria delle strutture (attualmente le giovanili si allenano e giocano alla Parini, mentre la prima squadra alla Kennedy). «L’obiettivo futuro è quello di migliorare la logistica, perchè a livello di strutture siamo arrivati al limite. La situazione è drammatica. Speriamo che la nuova amministrazione possa aiutare noi e le altre eccellenze sportive del territorio, che sono tante» fa notare Durand.

Fare sport in questo momento di crisi non è facile, la società se ne rende conto. E perseguire l’obiettivo di vincere, dando l’opportunità di crescere e fare esperienza a centinaia di ragazzini è ancora più difficile, ma i Diavoli da ormai 25 anni continuano a ottenere risultati eccezionali, rendendo orgogliosi tutti coloro che si impegano nella società. Tanti auguri Diavoli!

Il commento del centrale Matteo Pischiutta

Il bilancio della stagione

Continua a leggere

Di più Sport

To Top