Contattaci

Noi Brugherio

Il Centro Sportivo torna a vivere. Festa di sport e solidarietà

Sport

Il Centro Sportivo torna a vivere. Festa di sport e solidarietà

Al centro sportivo hanno vinto lo sport e la solidarietà. Nell’assolato pomeriggio di sabato 20 aprile si è svolta la manifestazione intitolata «Lo Sport è vita», che ha permesso di sostenere l’associazione Najaa nell’organizzazione di un viaggio di istruzione per diversamente abili. (qui la fotogallery completa dell’evento)

In un centro sportivo che è tornato a vivere per l’occasione, circa 400 i presenti, si sono visti i ragazzini di diverse società sportive brugheresi divertirsi in vari ambiti: pallavolo, karate, atletica, ping pong ed esibizioni di danza.

Al centro del pomeriggio la partita a scopo beneficio tra la Nazionale Calcio Tv e la F.C. Style, squadra di giornalisti, vinta da questi ultimi per 4-1. A chiudere il tutto la sfida amichevole tra vecchie glorie del Brugherio Calcio e la rappresentativa delle forze dell’ordine.

La giornata, organizzata in sole due settimane da Alessandro Staglianò e Domenico Amato, rispettivamente allenatore del Gsa e vice presidente dell’asd Brugherio, è stata un successo. «E’ stata una bellissima giornata. Volevamo contribuire a due cose in particolare: finanziare progetti importanti nei quali crediamo, come lo sport e la disabilità, e far rivivere il nostro bellissimo centro sportivo che per un giorno ha lasciato da parte tutte le problematiche degli ultimi periodi tornando ad essere un vero e proprio esempio di cultura sportiva» fa sapere Staglianò.

«La soluzione migliore per il centro sportivo è darlo in mano alle società che ci lavorano ogni giorno, perchè abbiamo interesse che funzioni bene – ha dichiarato Amato – Penso che con questa giornata abbiamo dimostrato di esserne in grado».

Anche Lorena Peraboni, responsabile Sport e Politiche Giovanili del Comune, è soddisfatta e tiene a sottolineare «la progettazione condivisa e il mettersi insieme delle diverse società. Un plauso va anche al Centro Olimpia e all’Incontragiovani, che con il loro progetto di parkour stanno avendo un gran seguito».

Continua a leggere

Di più Sport

To Top