Contattaci

Noi Brugherio

Quindici denunciati: erano fuori casa senza motivo

Pattuglia della Polizia Locale in via Italia

Cronaca

Quindici denunciati: erano fuori casa senza motivo

È stato denunciato, la scorsa settimana, il gestore di una pizzeria che serviva ai tavoli. Lo riferisce la Polizia Locale, nell’ambito dei controlli sul rispetto delle ordinanze da Coronavirus.

Diverse persone, riferiscono dal Comando, sono state fermate e denunciate, tra adulti e ragazzi, perché erano in giro senza alcun motivo. Il numero si aggira intorno alla quindicina. È il bilancio del Comando della Polizia Locale di via Quarto che in queste settimane, in sinergia con i Carabinieri, sta effettuando i controlli e monitorando la città affinché tutti i cittadini rispettino le disposizioni che impongono a tutti di rimanere chiusi in casa.

L’appello che la Polizia Locale continua a fare è soprattutto rivolto ai genitori: «Non fate uscire i ragazzi; ci sono ancora gruppi di adolescenti in giro. Occorre sensibilizzare i ragazzi perché possano comprendere l’importanza dell’azione che stiamo mettendo in atto».

Per quanto riguarda il flusso di traffico, questa settimana, si è ridotto notevolmente e arriva ad essere vicino allo zero, non considerando le arterie stradali principali, dove chiaramente il flusso di traffico, soprattutto di veicoli che trasportano le merci, è abbastanza significativo.

«Invitiamo i cittadini – ribadisce il Comando – ad attenersi e rispettare le regole perché solo così si potrà contenere la diffusione del virus. Informazioni ed aggiornamenti si potranno trovare nei siti istituzionali e del Comune, che quotidianamente vengono aggiornati. Alle persone diciamo nuovamente che chi viene fermato ed è in giro per motivi non indispensabili va incontro ad un procedimento penale, che non è, sia chiaro, una semplice multa».

La Prefettura di Monza ha reso noti i dati dei controlli di tutta la provincia. Alla data di mercoledì 18 marzo, riferisce, sono «oltre 5.700 le persone controllate dal dispositivo interforze attivo nella Provincia di Monza e della Brianza, con oltre 240 denunce per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, per false attestazioni o dichiarazioni a Pubblico Ufficiale o per altri reati. Circa 1.900, invece, i controlli sugli esercizi commerciali, che hanno portato a 6 denunce ed altrettante sanzioni amministrative».

Continua a leggere

Di più Cronaca

To Top