Contattaci

Noi Brugherio

Così si sposta il monumento al donatore di sangue

I lavori del Piano del centro nei pressi del Monumento al donatore

Associazioni

Così si sposta il monumento al donatore di sangue

È stato spostato di qualche metro il monumento al donatore di sangue che dal 1978 è presente in largo Donatori del sangue, all’incrocio tra via De Gasperi e via Galvani. Si trova infatti nell’area interessata dai lavori del Piano del centro, una zona che cambierà volto.

Le ruspe hanno rimosso l’opera la scorsa settimana, allarmando alcuni passanti. L’azienda incaricata dei lavori conferma che è stato spostato per questioni tecniche legate a impianti e lavorazioni, ma che è stato poi riposizionato nel luogo dove resterà, definitivamente, anche a fine lavori.

L’Avis Brugherio, spiega il presidente Mauro Brugali, era stato informato dello spostamento e sta valutando la possibilità di effettuare, a fine lavori, una sorta di rinaugurazione. Dovrebbe trovarsi, aggiunge, «secondo i progetti in una condizione più favorevole rispetto a prima, circondato da panchine piuttosto che da un’aiuola verde spesso usata dai cani come toilette».

Il Monumento al Donatore di sangue, riporta la scheda specifica preparata dal Comune, è stato inaugurato il 4 giugno 1978, alla presenza del ministro Vittorino Colombo, per celebrare il ventennale della fondazione del gruppo AVIS di Brugherio ed è un’opera di Max Squillace. Misura quattro metri in altezza, due in larghezza e uno in profondità. È realizzata in bronzo e rappresenta la vita che sgorga da una goccia di sangue, a simboleggiare il tema della solidarietà. Alla base del monumento campeggia la scritta “Dopo non voltarti, gli occhi di chi ha bisogno ti troveranno ovunque”.

Il costruttore fa sapere che sta discutendo con l’Avis per valutare il contenuto dell’iscrizione da affiancare al monumento.

Continua a leggere

Di più Associazioni

To Top