Martedì 8 maggio al teatro San Giuseppe l’evento Carmina Burana con Valter Borin, Stefanna Kybalova e doppio coro

Doppio imperdibile concerto martedì 8 maggio alle ore 21, presso il teatro San Giuseppe. Evento speciale sostenuto anche da NoiBrugherio in collaborazione con il teatro.

Posto unico 14 euro, ridotto 10 euro

Nella prima parte dello spettacolo il noto soprano brugherese di origine bulgara Stefanna Kybalova, accompagnata al pianoforte dal marito Valter Borin, si esibirà in un recital cantando alcune delle più belle e preziose pagine della musica da camera italiana del periodo verista di fine ottocento, prestando la sua potente voce ai meravigliosi brani che Puccini, Leoncavallo, Ponchielli e Mascheroni scrissero appositamente per voce e pianoforte. Kybalova è ormai una beniamina del pubblico brugherese, che ha potuto apprezzarla sia lo scorso anno ne Il barbiere di Siviglia allestito in teatro, sia lo scorso 25 marzo, quando ha cantato come prima solista nel bellissimo Requiem di Mozart, eseguito nella chiesa parrocchiale davanti ad un pubblico di più di 800 persone.

Nella seconda parte il maestro Valter Borin avrà poi il compito di dirigere tre solisti (soprano, baritono, tenore), coro doppio, coro di bambini, due pianisti e cinque percussionisti nella celeberrima Carmina Burana, cantata scenica di Carl Orff.


«Il primo brano di questo capolavoro (per la prima volta eseguito in città) si intitola O fortuna – spiega il maestro Borin –, ed è probabilmente uno dei brani più famosi del mondo. Tema dominante è la ruota della vita, che passa attraverso la fortuna, i vizi, le virtù e l’amore, e che inesorabilmente ritorna al punto di partenza».

Composto da 25 brani, Carmina Burana ha la durata di circa un’ora, aggiunge, «la musica è ritmica, esaltante e godibilissima, in più gli spettatori potranno avvalersi del libretto di sala, nel quale potranno trovare una breve guida all’ascolto e tutti i testi, sia dei Carmina Burana sia dei brani eseguiti nella prima parte. Graditissima sorpresa nel Requiem, la Corale Lirica Ambrosiana sarà un’assoluta garanzia per il successo di quello che si preannuncia un concerto davvero entusiasmante, ma soprattutto unico ed irripetibile».