Valentina Sona, dal liceo Frisi all’argento ai campionati di inglese

L’ottava edizione del Campionato Nazionale delle Lingue vede tra le eccellenze una brugherese: Valentina Sona, 19 anni, si è aggiudicata il secondo posto nel concorso di inglese.

Il campionato è stato promosso dall’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo ed era rivolto agli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori: hanno partecipato 16.000 studenti da tutta Italia.

Valentina frequenta l’ultimo anno del liceo scientifico Paolo Frisi, dove è avvenuta la prima selezione per la partecipazione al concorso. Il suo interesse per la lingua risale però all’infanzia, racconta: «Ho iniziato a studiare inglese alle elementari seguendo anche dei corsi extra-scolastici. Successivamente ho approfondito la conoscenza per poter leggere fumetti e seguire serie tv che non erano tradotti in italiano. Sono sempre stata invogliata dalla curiosità di conoscere e leggere testi in lingua originale».

Valentina Sona

Non è la prima volta che Valentina partecipa ad un concorso di inglese: «In seconda e in terza liceo avevo già preso parte al gioco-concorso nazionale Kangourou della Lingua Inglese classificandomi rispettivamente ottava e settima e ottenendo così la certificazione corrispondente al livello C2 (il più alto)».

Il Campionato Nazionale si è invece svolto il 15 e 16 febbraio a Urbino, «il primo giorno si sono tenute le semifinali, alle quali eravamo stati ammessi in 30. Nella prima parte, che consisteva in un colloquio orale, ho avuto qualche difficoltà a causa della pronuncia; nello scritto, che consisteva in un quiz a risposta multipla che vagliava le nostre capacità lessicali, ho invece ottenuto il punteggio più alto. Dieci di noi sono stati così ammessi alle finali, che consistevano in una prova di scrittura creativa. Non ci è stato dato alcun tema da seguire, l’unico vincolo erano il numero di parole da usare (massimo 300) e una frase e 11 vocaboli che dovevano necessariamente essere inseriti nel testo».

È stata proprio una di queste parole, “mercatino delle pulci”, a suggerire a Valentina l’ambientazione per il proprio racconto: «La protagonista della mia storia è una ragazza che si ritrova per caso a passeggiare nel mercato dove anni prima aveva conosciuto un caro amico. Dopo la morte di quest’ultimo, in un incidente in scooter, aveva rimosso ogni sua memoria. La ragazza però riesce a rielaborare ed affrontare i dolorosi ricordi e a riconciliarsi con il passato».

Valentina ha già superato il test di ammissione per ingegneria informatica al Politecnico di Milano e si augura un giorno di «avere l’occasione di andare a Londra e assistere alla rappresentazione di alcune opere teatrali di Shakespeare, il mio autore inglese preferito».