Venerdì 5 la messa dell’Epifania con l’arcivescovo Mario Delpini

Il reliquiario che contiene le reliquie dei Magi, conservato nella chiesa di San Bartolomeo. foto di Giovanni Visini.

Non si ferma la tradizione di celebrazioni solenni alla vigilia dell’Epifania. L’Arcivescovo di Milano, Mario Delpini, presiederà venerdì 5 gennaio alle ore 18 a San Bartolomeo la Messa dell’Epifania, insieme a tutti i sacerdoti della città.

Le Messe prefestive quel giorno sono sospese: tutti i fedeli sono attesi a San Bartolomeo. Alle 21, poi, concerto gratuito di Riccardo Doni che suona l’organo Tornaghi, per la rassegna ImagoMagi, a San Bartolomeo.

L’Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini. Foto ITL

Mons. Delpini, nato a Gallarate nel 1951, è stato nominato lo scorso luglio da Papa Francesco Arcivescovo di Milano, succedendo al cardinale Angelo Scola, dimessosi per raggiunti limiti d’età.

È un particolare onore per la città di Brugherio che Delpini abbia scelto di celebrare la Messa a San Bartolomeo a pochi mesi dall’elezione. Prima di lui, hanno presieduto la celebrazione vigiliare dell’Epifania anche i cardinali Dionigi Tettamanzi, Francesco Coccopalmerio e Angelo Scola. Riconoscendo l’intensa devozione dei brugheresi nei confronti dei Re Magi, cercatori della verità, seguitori di una stella, cercatori di Dio.

Le reliquie dei Magi, testimonia una tradizione documentata almeno dal 1500, sono presenti proprio nella chiesa di San Bartolomeo. Clicca qui per leggere la storia delle reliquie, da Betlemme a Brugherio. La devozione cittadina nei confronti dei Tre Re è ancora viva, tanto da aver fatto dire al cardinale Scola, rivolto dal pulpito alla chiesa gremita, che “che questa presenza (delle reliquie) ha fatto e fa la vostra storia. E voi lo mostrate, lo testimoniate” (clicca qui per leggere l’omelia di Scola).

La festa dell’Epifania, cui è dedicata la Comunità pastorale, è speciale in città e sarà sottolineata da un corteo inedito. Diversamente dagli anni passati, in cui ciascuna parrocchia partiva dalla propria chiesa, il 6 gennaio ci si ritroverà tutti alle 15,30 all’oratorio San Giuseppe di via Italia. Alle 16,15 parte il corteo che si dirige a San Bartolomeo, piazza Roma, per la “preghiera dei Magi”, passando per via Italia, via Manin, via don Mazzolari, via Santa Clotilde, via Cazzaniga, via Tre Re, piazza Roma. Al termine, coreografia in piazza con una stella cometa umana e luminosa formata dai bambini. In caso di maltempo e pioggia non si terrà il corteo per le vie della città, ma il ritrovo è alle 16,30 in chiesa parrocchiale S.Bartolomeo, per un momento di riflessione, seguito dalla tradizionale venerazione delle reliquie e dall’animazione dei ragazzi in una nuova forma.

Il volantino della Comunità pastorale per l’Epifania 2018