Loading...
You are here:  Home  >  Comune  >  Current Article

Piano del centro, Assi polemico: «Così svendiamo le aree più pregiate della nostra città»

Di   /   17 aprile 2017  /   Commenti disabilitati su Piano del centro, Assi polemico: «Così svendiamo le aree più pregiate della nostra città»

Roberto Assi

Roberto Assi

Durante la serata di presentazione del Piano del centro, Roberto Assi è intervenuto dicendosi molto critico per il valore delle opere pubbliche che il privato garantirà al comune.

La città poteva ottenere di più?
Si doveva ottenere di più. Le aree su cui sorgeranno i palazzi sono quasi tutte comunali – il privato ce ne metterà solo un decimo – e sono le più pregiate della città: la giunta Troiano le sta svendendo a prezzi inferiori a quelli applicati altrove, per esempio a Baraggia. Non si capisce chi abbia stabilito questi valori e sulla base di quali parametri si ritenga che le aree in via De Gasperi e via Kennedy valgano meno di quelle in via santa Margherita. Come può il Comune cedere valori per milioni di euro senza una gara aperta a tutti? Se la regolamentazione lo permette, occorre porvi mano: mi sembrerebbe un’aperta violazione del principio di imparzialità.

Giudica questo progetto migliore di quello del commissario o della Porta delle torri di Ronchi?
Il punto è un altro: proprio perché le aree in discorso sono tutte comunali, nessuno ci obbliga a fare il Piano del centro. Troiano deve smettere di paragonarsi agli altri facendo passare il concetto che ha dovuto “riparare i danni”. Non è così. Come non è vero che solo così si salva Maria Bambina: un’altra ipotesi prevedeva, per esempio, che la proprietà potesse sviluppare altrove i suoi volumi, portando sempre di conseguenza Maria Bambina nel patrimonio comunale.

Il percorso è stato condiviso e approvato dal Consiglio comunale in una fase iniziale. Il dettaglio del progetto è stato poi gestito dalla giunta, in quanto coerente con le linee guida votate dal Consiglio. Un metodo che, pare di capire, ritiene problematico.
Non è mai stato condiviso. Anche in questo sono state dette cose non vere. Il progetto pubblicato in adozione del PGT era un altro – quello della “piazza del Comune”. Questo piano, invece, è il frutto di un’osservazione interposta che non è mai stata discussa con la città. In Consiglio comunale non si trattarono le singole osservazioni – come si ricorderà – dicendo che il dibattito sarebbe stato rimandato alla fase attuativa. Ora ci negano anche questo.

Quali azioni o attenzioni porrà in essere d’ora in avanti Brugherio popolare europea in merito al Piano del centro?
Promuoveremo un’informazione completa. Questo piano è una colossale svendita e non evidenzia un reale e proporzionale interesse pubblico strategico: ad oggi il sindaco non ci ha ancora detto con precisione cosa vuole fare, per esempio, in Maria Bambina. La legge, al contrario, impone di indicare con estremo rigore l’interesse pubblico sotteso a importanti cessioni di patrimonio comunale.

    Print       Email

You might also like...

Chiudiamo, ma non ci arrendiamo. Promessa: faremo di tutto per tornare

Read More →
Questo sito utilizza cookies per le proprie funzionalità. Navigando il sito, accetti il nostro utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni | Accetta e chiudi