Contattaci

Noi Brugherio

La scuola superiore unisce la minoranza: «Il sindaco sapeva»

Politica

La scuola superiore unisce la minoranza: «Il sindaco sapeva»

cantiere-scuola-superioreLa bocciatura della scuola superiore di via Rodari unisce la minoranza del Consiglio comunale, che per una volta parla a una sola voce con un commento unitario. Si chiama fuori il solo Movimento 5 stelle, che da prassi non si apparenta con altri partiti per quanto riguarda i commenti politici.
Abolito il mutuo
La Provincia di Monza e Brianza ha destinato diversamente il mutuo, seppur parziale, che aveva previsto per l’istituto. La scuola non si farà. All’indomani dell’ufficializzazione il sindaco, Marco Troiano, ha «profondamente contestato» questa scelta, definendola «una doppia beffa» che «ammazza le nostre legittime aspettative», riservandosi di «valutare tutte le iniziative da portare avanti».

«Erano informati da mesi»
Per i politici di minoranza, il sindaco è parte del problema in quanto «incapace di interloquire adeguatamente con le istituzioni sovracomunali, ancorché del suo stesso partito». Secondo gli oppositori inoltre, essendo il consigliere provinciale Pietro Virtuani (che ha parlato di «scelta inevitabile» per questioni di bilancio) anche consigliere comunale con il Pd oltre che segretario provinciale dello stesso partito, allora «la sezione locale del Pd, quanto il sindaco, erano certamente a conoscenza di tutto, almeno da qualche mese; della serie non potevano non sapere». E quindi avrebbero «preferito assecondare gli interessi del partito, piuttosto che presidiare adeguatamente le esigenze della città. A breve – aggiungono – sapremo certo qual è stata la merce di scambio per chi poteva avere interessi nell’assecondare questa operazione, che altrimenti non riusciamo a spiegarci». Il riferimento, per nulla velato e anzi confermato a voce dagli interessati, sarebbe al sacrificio dell’interesse della città per presunte opportunità di carriera politica.

«Almeno teniamoci i fondi»
Nel 2007, afferma la nota della minoranza, «fu proprio l’allora assessore Troiano a dichiarare sulle pagine del Notiziario comunale che “entro il 2009” avremmo avuto la scuola». Il mutuo per la scuola sarà utilizzato, a quanto sembra, per una metrotranvia a Seregno. «Tutta la città – conclude l’opposizione – si batta con noi per evitare almeno che ci vengano scippati i fondi».

Continua a leggere

Di più Politica

To Top