Contattaci

Noi Brugherio

Lo sportivo Devicenzi salvo grazie all’Avis

Associazioni

Lo sportivo Devicenzi salvo grazie all’Avis

andrea devicenziEssere capaci di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà grazie anche al legame che unisce lo sport alla capacità di donare. Un messaggio che deve passare soprattutto ai giovani e che vuole trasmettere, con la sua testimonianza, l’atleta paralimpico, Andrea Devicenzi, 42 anni, ospite a Brugherio martedì 18 ottobre alle ore 21 presso la Sala Consiliare in piazza Cesare Battisti. Ingresso gratuito. Lo sportivo racconterà la sua storia. Una storia fatta di coraggio, impegno e sfida che potrà essere ascoltata dai cittadini ma soprattutto dai ragazzi delle società sportive. Un’iniziativa  nata dalla collaborazione delle due associazioni brugheresi: Avis e Aido. Presenti alla serata: Mauro Brugali, presidente Avis sezione cittadina; Lucio D’Atri, presidente gruppo Aido Brugherio; Pamela Satriano, testimonial Aido. Al termine piccolo rinfresco.

La voce dell’atleta
Bronzo europeo 2012 e argento 2013 nel Paratriathlon. Primo amputato a concludere la Parigi-Brest-Parigi e a scalare i 5.602 metri del KardlungLa. Campione italiano Paraciclismo su strada.
In un’intervista rilasciata a Noi Brugherio ha detto: «Io sono vivo grazie all’Avis, perché all’età di 17 anni ho fatto un incidente in moto e ho perso 5 litri di sangue e se non ci fossero state 18 sacche di sangue donate da 18 persone non sarei qui a raccontarlo». Poi ha aggiunto: «Lo sport mi ha permesso di raggiungere risultati ottimi sul lavoro, in famiglia e ora sono una persona completamente felice».

Continua a leggere

Di più Associazioni

To Top