Contattaci

Noi Brugherio

Diavoli Rosa storici: l’U19 è terza nazionale

Primo Piano

Diavoli Rosa storici: l’U19 è terza nazionale

Il tricolore è solo sfiorato, ma il risultato è ugualmente storico. L’Under 19 dei Diavoli Rosa conquista il terzo posto alle finali nazionali e scrive la storia della società. Quattro giorni di finali, conquistate dopo la vittoria della fase regionale, in cui i rosanero hanno dimostrato alle maggiori società d’Italia il loro valore. Nessun set perso, solo vittorie per 3-0 fino alla semifinale beffa contro Treviso, che risulterà poi campione, persa per 3-2.

«È un grande risultato, abbiamo giocato la pallavolo migliore di tutto il torneo, in tanti ci hanno detto che meritavamo di vincere» dichiara coach Danilo Durand, che non nasconde il rammarico. Tra spostamenti di campo, arbitraggi dubbi e il girone di qualificazione giocato nella palestra più lontana, comportando così ogni giorno lunghi spostamenti in macchina, Durand non ha dubbi: «Meritvamo di vincere, lo scudetto sarebbe stato il coronamento di un percorso, questi ragazzi li alleno da tredici anni». Il bronzo nazionale rimane comunque un grandissimo risultato per la società rosanero, che ha tenuto testa a grandi potenze della pallavolo, come la Lube Macerata, battuta 3-0 nella finale per il terzo-quarto posto: «Li abbiamo asfaltati. Non siamo una società ricca come Treviso, Modena o Macerata, quindi anche se meritavamo di più non è un risultato assolutamente da sminuire, è storico». I Diavoli hanno battuto nel girone di qualificazione Albisola, Trieste e Isernia, per poi regolare 3-0 Fano e Modica agli ottavi ai quarti, fino alla semifinale amara contro Treviso.

I ragazzi dell’U19 confermano così di essere il gruppo su cui i Diavoli Rosa possono contare per i prossimi anni. Già in questa stagione infatti, i giovani rosanero sono stati aggregati in prima squadra mostrando grandi segnali di crescita. Il bronzo quindi, arrivato perdendo solamente tre set (una partita), vale molto di più: «Torniamo dalle finali con una medaglia di bronzo e allo stesso tempo con la grandissima consapevolezza di non essere secondi a nessuno – dichiara il direttore sportivo Roberto Quinteri –. Complimenti a tutta la famiglia Diavoli, dallo staff che ha lavorato, creduto e reso possibile il raggiungimento di questo strepitoso obbiettivo, ai ragazzi che hanno dimostrato la loro grandissima forza tecnica, caratteriale e morale, e al nostro splendido pubblico che ci ha seguito in questi quattro giorni».
La rosa: Matteo Maiocchi, Massimo Piazza, Luca Mondonico, Alessandro Frattini, Mirko Baratti, Filippo Santambrogio, Yuri Romanò, Nicola Gamba, Roberto Cominetti, Stefano Massari, Matteo Cremonesi, Andrea Conci e Pietro Evangelisti; Coach Danilo Durand e Moreno Traviglia, dirigente Flavio Spreafico.

Continua a leggere

Di più Primo Piano

To Top