Contattaci

Noi Brugherio

Scuola superiore, si cercano i fondi nei bandi statali

Comune

Scuola superiore, si cercano i fondi nei bandi statali

Metà dei soldi ci sono. L’altra metà va trovata esplorando diverse opportunità, come ad esempio i bandi governativi. O cogliendo decisioni al momento imprevedibili, quali concessioni di sforamento del patto di stabilità. È la sintesi della situazione della scuola superiore brugherese nelle parole di Paolo Invernizzi, vicepresidente della Provincia di Monza e Brianza, ente incaricato della costruzione e della gestione degli istituti scolastici sul territorio.

L’ha espressa la scorsa settimana, in occasione di una commissione consiliare organizzata sul tema e coordinata per la prima volta da Valentina Lazzarini, neoeletta presidente della commissione Politiche Educative e Sociali. «Invernizzi – spiega Lazzarini – ha esposto la situazione e soprattutto i motivi per cui, oggi, il cantiere della scuola superiore non può ripartire». Tra questi, aggiunge, il fatto che il progetto, vecchio di decenni, non è più attuale: «La Provincia ha 4,7 milioni di euro accantonati. Con le nuove normative non basterebbero neppure per l’idea originale: un istituto  non autonomo di tre sezioni».

Quindi piccolo e «ben poco appetibile. Oggi, costruire una scuola moderna costa almeno 7 milioni, esclusi i successivi costi di gestione». Secondo la Provincia, e i politici locali, non vale la pena accontentarsi di un istituto al minimo. Sebbene, conclude Lazzarini, «il vicepresidente ha ammesso l’anomalia di una città così importante come la nostra che non ha una scuola superiore, mentre in Brianza anche alcuni paesi l’hanno. È necessario esplorare nuove strade per capire come reperire fondi. La volontà politica c’è».

Continua a leggere

Di più Comune

To Top