Contattaci

Noi Brugherio

Cbba basket: Settembrini «rompe il patto» e il Cgb resta senza prima squadra

Primo Piano

Cbba basket: Settembrini «rompe il patto» e il Cgb resta senza prima squadra

Dopo quattro anni naufraga il progetto Cbba. L’accordo tra la Polisportiva Cgb e il Settembrini Cologno, che aveva portato alla creazione della squadra del Cbba (Cologno Brugherio Basket Accademy) in serie D, è venuto meno nelle scorse settimane, in seguito alla decisione del presidente di Settembrini (società detentrice del titolo sportivo) Nicola Vitale di esonerare dalla guida della squadra il coach Diego Muzzolon, direttore tecnico del Cgb.

Il Cgb: «Le scelte tecniche spettano a noi»
«Vitale è venuto meno agli accordi firmati a giugno, in cui accettava di essere “uomo mercato”, senza altri incarichi – spiega il dirigente del Cgb Angelo Barzago –. Non era sua prerogativa quella di esonerare Muzzolon, le scelte tecniche sono di competenza del nostro direttore tecnico e del consiglio direttivo del Cgb». L’esonero è avvenuto due settimane fa: un fulmine a ciel sereno, con il Cbba che veniva da quattro vittorie in cinque partite. «Tecnicamente non è un esonero, ma Vitale ha scisso il contratto portando via la squadra – dichiara Muzzolon, tuttora direttore tecnico del Cgb –. Secondo gli accordi, non avrebbe dovuto interferire nelle attività della prima squadra, di fatto il contratto prevedeva il passaggio del controllo nelle mani del Cgb. Pur di non fare un passo indietro ha creato questo casino, tirando in mezzo una società con 150 iscritti». Stando agli accordi firmati a giugno, «avrebbe dovuto far entrare nel consiglio direttivo del Cbba i membri del Cgb – continua Barzago –. Invece non ha mai mandato questi documenti in federazione».

Vitale: «Mancano i risultati»
«Si sta ingantendo il problema – dice Vitale –. Non c’era accordo formale, è stato esonerato un allenatore che dopo tre anni non aveva conseguito i risultati prefissati. La decisione è stata presa da me, ascoltando i giocatori». Se per il Cgb l’accordo è di fatto venuto meno, per Vitale non è così: «È venuta meno una parte ma non l’accordo, io sono disposto a fare un passo indietro e anche a far scegliere l’allenatore a Muzzolon. Ma la conditio sine qua non è che non sia più lui l’allenatore».

«Credevamo nel progetto»
Richiesta rigettata dal Cgb: «La scelta deve essere nostra, noi vogliamo Muzzolon – afferma Barzago –. Purtroppo si è creata una situazione spiacevole anche per i giocatori, perché la maggior parte sono legati a Brugherio e all’ambiente Cgb». Nei fatti, il Cgb si ritrova ora senza la prima squadra: «Credevamo nel progetto, e infatti avevamo chiuso la nostra squadra di Prima Divisione per puntare sulla serie D». Il Cbba invece, prosegue nel campionato di serie D con la stessa denominazione e gli stessi giocatori, ma allenandosi a Cologno e disputando le partite casalinghe a Pessano: in panchina Francesco Girgenti.

Continua a leggere

Di più Primo Piano

To Top