Contattaci

Noi Brugherio

Parigi, il commento di don Vittorino: «Guerra mondiale a pezzi, seguiamo le guide illuminate»

Comunità Pastorale

Parigi, il commento di don Vittorino: «Guerra mondiale a pezzi, seguiamo le guide illuminate»

Domenica, al termine della messa delle ore 10 nella chiesa di San Bartolomeo, il parroco don Vittorino Zoia ha proposto la seguente riflessione ai fedeli, per poi pregare secondo la raccomandazione rivolta dal cardinale Angelo Scola a tutte le parrocchie della Diocesi di Milano.

Siamo tutti toccati da ciò che è accaduto a Parigi. Quella tragedia mi ha fatto subito pensare alle parole del Papa, quando ci ricorda che è in atto una terza guerra mondiale. Un conflitto a pezzi, non nella forma delle due guerre mondiali del ‘900. È in atto un dissesto che tocca il mondo.

Viviamo nella Storia
Le parole del Pontefice affermano che noi, come uomini e come cristiani, non siamo fuori dalla Storia, ci siamo dentro. Però, come starci dentro? È una preoccupazione che in questi giorni mi sta interrogando: mi rispondo che non possiamo starci dentro con i “mal di pancia”, perché sciacalli ed avvoltoi sono in giro ancora, e marciano su queste disgrazie disumane. Eppure non si può affrontare la realtà ragionando come dal salumiere, un tanto al chilo, tagliando le parole con il coltello.

Battaglie o accoglienza?
Un esempio: qualcuno dice che occorre tornare a fare una seconda battaglia di Lepanto (la prima: 7 ottobre 1571) tra la flotta musulmana dell’impero ottomano e quella cristiana della lega santa. Ma scherziamo? Trovo cristiani che parlano male di Papa Francesco perché afferma che bisogna accogliere. Ma stiamo scherzando? Si criticavano allo stesso modo anche Papa Giovanni Paolo II e i nostri vescovi. Ma noi dobbiamo essere cittadini pensanti e pensosi, e tanto più cristiani. È un richiamo di responsabilità. I problemi sono davvero grossi: è in atto una terza guerra mondiale a pezzi, non stiamo giocando a guardie e ladri, per cui tutto è tollerato e tutto passa.

Francesco, guida illuminata
Mi permetto di concludere affermando che in questo tempo in cui, a mio modesto avviso, il nostro mondo è sorretto da “guide di basso profilo”, a destra e a sinistra, ad Est e a Ovest, abbiamo la grazia di un Pastore, Papa Francesco, così illuminato, così evangelico e così esposto, che vi chiedo: cari cristiani, lo ascoltiamo? Leggiamo quello che dice? Lo seguiamo?

Continua a leggere

Di più Comunità Pastorale

To Top