Contattaci

Noi Brugherio

1975-2015: Aido, anniversario di solidarietà

Associazioni

1975-2015: Aido, anniversario di solidarietà

Il gruppo Aido di Brugherio compie 40 anni. Diverse le iniziative messe in campo per celebrare l’importante traguardo raggiunto. Domenica 31 maggio, in occasione della 16° Giornata nazionale della donazione di organi, tessuti e cellule, la realtà cittadina invita i brugheresi ad assistere, alle ore 9, alla sfilata da via Galvani al cortile della sede comunale, che sarà accompagnata dal Corpo musicale Sant’Albino-San Damiano; alle ore 10 cerimonia in Sala consiliare (piazza C. Battisti) e infine, alle ore 11,30, messa nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo.

Il gruppo nasce nel 1975
Una storia, quella del gruppo comunale Aido di Brugherio, iniziata nel 1975, data in cui si è costituita la sezione locale, grazie alla volontà di persone sensibili al problema della donazione e dei trapianti di organi e tessuti. Un gruppo che, per iniziative, attività e numero degli iscritti si è sempre distinto nel tempo come fra i primi della Brianza.

Oggi conta 1.707 iscritti
«Oggi la sede brugherese – spiega Lucio D’Atri, presidente provinciale dell’Aido di Milano e di Monza e Brianza – conta ben 1.707 iscritti al 31 dicembre 2014, che, su di una popolazione all’ultimo censimento del 2011 di 33.170 abitanti, vuol dire una percentuale del 5,15% di associati. Numeri di tutto rispetto e ben al di sopra della media provinciale del 4,50%, regionale del 3,72% o nazionale del 2,19%. Numeri significativi, che riflettono la sensibilità dei cittadini brugheresi alla tematica del dono dei propri organi e tessuti dopo la propria morte al fine di trapianto e della capacità ed abnegazione dei volontari del locale gruppo comunale nel diffondere la cultura della donazione e raccogliere le dichiarazioni di volontà a donare dei propri concittadini».

La raccolta  delle dichiarazioni  di volontà alla donazione
Il presidente provinciale tiene poi a sottolineare: «Poiché a seguito del decreto “Mille Proroghe” del 2011 e del “Decreto del Fare” del 2013, i Comuni possono ora raccogliere attraverso gli Uffici Anagrafe le Dichiarazioni di volontà alla Donazione e trasmetterle ai Distretti Sanitari dell’Asl per l’invio al Ministero della Sanità, il gruppo comunale ha operato affinché anche il nostro Comune aderisse all’iniziativa, cosa che è stata fatta con la delibera di Giunta del 27 febbraio 2014». Una realtà sempre in movimento che è riuscita, grazie all’operato di tanti volontari, ad avvicinare e informare numerosi cittadini riguardo al tema, non semplice dal punto di vista emotivo, della donazione.

Continua a leggere

Di più Associazioni

To Top