Contattaci

Noi Brugherio

Il Consiglio vuole il Fattore famiglia

Politica

Il Consiglio vuole il Fattore famiglia

Quello della famiglia sembra essere un tema politicamente trasversale per il consiglio comunale. Che ha infatti accolto l’Ordine del giorno del consigliere Roberto Assi (lista civica Brugherio popolare europea) sottoscritto anche da Carlo Nava (Uno sguardo oltre) e Vincenzo Panza (Progetto Brugherio) con 18 voti favorevoli, 1 contrario e 1 astenuto.

L’intervento di Assi ha riguardato la legge 2 del 2012 della Regione Lombardia, che introduce il cosiddetto Fattore famiglia quale integrazione dell’Isee nel regolamentare secondo criteri locali l’accesso ai servizi socio sanitari per le famiglie. Facendo appello al concetto di famiglia come descritto nella Costituzione, Assi individua un punto fondamentale da potenziare con intervento immediato nel supporto non solo fiscale ma anche logistico alla vita di tutti i giorni delle famiglie. «La soluzione della crisi – afferma – sta nella rinnovata attenzione ai rapporti etico-sociali. Sosteniamo politicamente l’introduzione del Fattore famiglia lombardo».

Il leghista Ronchi: «Siamo politicamente favorevoli alla mozione – afferma – la legge 2/2012 è strumento locale che potenzia la normativa nazionale Isee». Esplicito riferimento di Monachino, M5S, al “target” di famiglie cui si rivolgerebbe la legge 2/2012: «Bisogna fare attenzione alle famiglie di fatto».

Favorevole anche Sel, nel voto della consigliera Feraudi a cui non manca il “pungiglione” politico: «Sembra che il centrodestra regionale, incerto sulle possibilità della 2/2012, cerchi l’appoggio dei Comuni».

Continua a leggere

Di più Politica

To Top