Contattaci

Noi Brugherio

MusicAntiMafia: parole e note per i 10 anni di Noi Brugherio

Cultura

MusicAntiMafia: parole e note per i 10 anni di Noi Brugherio

Un momento dello spettacolo MusicAntiMafia

Parole e musica. Storie di gente comune che ha avuto il coraggio di affrontare la mafia e dire no. Persone che hanno deciso di stare dalla giusta parte, nomi importanti come Falcone e Borsellino, ma anche normali cittadini che hanno incrociato sulla loro strada la criminalità organizzata e hanno dovuto compiere una scelta.
È questo il filo conduttore di “Musicantimafia” lo spettacolo che l’associazione Kairós vuole offrire a tutti i brugheresi per festeggiare il decimo anniversario di Noi Brugherio. Un tema impegnativo portato in scena in modo originale, in un’alternanza di recitazione, musica e videoproiezioni. Martedì 26 novembre l’associazione “Equivoci Musicali” porta sul palco del San Giuseppe tante storie di ordinaria legalità per far capire come la mafia sia più vicina di quanto immaginiamo e di come sia possibile affrontarla.
Storie come quella di Giuseppe Fava, giornalista freddato da cinque colpi di pistola, o di Peppino Impastato, assassinato perché dalla sua piccola stazione radio denunciava la connivenza fra mafia e politica locale. Ma anche storie di persone senza nome: la moglie di un mafioso che decide di diventare collaboratrice di giustizia per dare un futuro ai suoi figli, il barista che si rifiuta di vendere il caffè della camorra ed è costretto a sorvegliare il proprio locale giorno e notte per evitare attentati e ritorsioni.
Testimonianze provenienti dal Sud e dal Nord, dalla Sicilia alla Lombardia, dove le varie province sono diventate territorio di conquista dei vari clan. Storie di battaglie e storie di vittorie, di beni confiscati che tornano alla società civile sotto altra veste: centri per anziani, asili, botteghe.
Uno spettacolo che tocca nel profondo, perché certe cose non si possono capire solo con la testa, bisogna sentirle con la pancia, farle proprie, viverle. Perché solo in questo modo sarà possibile decidere di stare dalla giusta parte.

“MusicAntiMafia”, teatro San Giuseppe, martedì 26 novembre ore 21. Ingresso gratuito.

IL CAST DELLO SPETTACOLO

Rachel O’Brien – mezzoprano: direttrice artistica e fondatrice dell’associazione culturale Equivoci Musicali, dopo la laurea in Musicologia a Londra si trasferisce in Italia e si diploma in canto lirico e musical vocale da camera presso il conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano. Ha collaborato con il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Regio di Torino e l’Arena di Verona.

Alberto Turra – chitarra: chitarrista elettrico con un repertorio eclettico che spazia dal jazz al blues al rock alla musica balcanica. È di recente stato impegnato nel tour di Roy Paci per il suo progetto avantgarde-jazz Corleone. Alcune sue composizioni sono state eseguite al Royal Opera House – Covent Garden di Londra.

Marco Massari – attore: nato a Milano, inizia la carriera artistica studiando pianoforte, chitarra e canto. Passa poi alla recitazione, frequentando il Centro Teatro Attivo (CTA) di Milano. Lavora a teatro, al cinema e in TV. Fra gli impegni più recenti la partecipazione ai musical “Tre metri sopra il cielo” e “Titanic”.

Nadio Marenco – fisarmonica: la sua carriera artistica inizia nel 1994. Dal 2001 collabora con il cantautore torinese Gipo Farassino, che accompagna in tournée in tutto il Sudamerica. Collabora con varie radio e TV (Rai, Mediaset e canali della Svizzera Italiana). Con il chitarrista Alessio Nebiolo forma un duo che si esibisce in concerti sia in Italia che all’estero.

Silvia Maffei – violino: diplomata in violino presso il conservatorio “Luca Marenzio” di Brescia, collabora con diverse orchestre  (Brescia, Milano, Bergamo, Varese, Como e Piacenza). Ha all’attivo numerosi concerti  e recentemente ha eseguito il Concerto in Mi maggiore per violino e orchestra di Bach con l’Orchestra A. Vivaldi di Valle Camonica.

Continua a leggere

Di più Cultura

To Top