Contattaci

Noi Brugherio

Scuolabus, deserto un altro bando, «ma il servizio sarà garantito»

Comune

Scuolabus, deserto un altro bando, «ma il servizio sarà garantito»

Per la seconda volta è andato deserto il bando comunale per l’appalto del servizio di scuolabus. Entro il termine stabilito nessuna azienda ha presento offerte per gestire il trasporto scolastico nel periodo gennaio 2013 – luglio 2015 per il quale Villa Fiorita aveva stanziato 372.000 euro. Già la scorsa estate era fallito un primo bando, costringendo il comune all’affidamento provvisorio alla ditta Rovaris di Melzo e alla partenza del servizio in ritardo di qualche giorno sull’avvio delle lezioni scolastiche.
Dagli uffici comunali arriva l’assicurazione che a gennaio il servizio non sarà interrotto. Avverrà cioè una nuova assegnazione provvisoria di alcuni mesi, e nel frattempo l’amministrazione dovrà decidere se procedere con un terzo bando con caratteristiche diverse o se assegnare con altre modalità il servizio.
Secondo l’impressione maturata negli uffici comunali, il disinteresse per il bando deriva dal fatto che le ditte private riescono a spuntare quadagni troppo esigui dagli appalti per scuolabus, che le impagnano a dedicare appositi mezzi ad ogni comune servito. Il tutto nonostante il Comune sborsi circa 900 euro l’anno per ogni studente trasportato. Già per attirare l’azienda disposta a  svolgere il servizio da settembre a dicembre era stato necessario modificare le specifiche dal bando originale in modo che si adattasse ad una più vasta tipologia di autobus.
Sembra comunque che il servizio offerto in questi mesi da Rovaris abbia riscosso l’apprezzamento degli utenti. «Non abbiamo praticamente ricevuto nessuna lamentela» spiega Mario Baldo, dell’Ufficio istruzione. «Anzi, la ditta si è mostrata capace di rispondere alle nostre richieste nonostante i tempi ristretti per la scadenza dell’inizio della scuola». Da gennaio, anticipa il funzionario comunale, Rovaris continuerà a garantire il trasporto degli alunni cambiando tipo di bus, visto che gli iscritti sono 160, contro i 200 dell’anno precedente. In cambio al comune sarà riconociuto uno sconto.

Continua a leggere

Di più Comune

To Top