Contattaci

Noi Brugherio

L’Imu salva i conti del Comune. Raggiunto l’obiettivo Patto di stabilità

Comune

L’Imu salva i conti del Comune. Raggiunto l’obiettivo Patto di stabilità

L’aumento dell’Imu (Imposta municipale sugli immobili) ha salvato i conti del Comune di Brugherio. Grazie infatti ai maggiori introiti derivati dall’inalzamento dell’aliquota sull’abitazione principale, Villa Fiorita incasserà un milione e 587mila euro in più e così potrà rispettare il Patto di stabilità imposto dallo Stato centrale. Una buona notizia per la collettività, perché questo significa che nel prossimo esercizio finanziario il Comune non sarà penalizzato dagli ulteriori tagli imposti a chi sfora il patto. Un po’ meno buona notizia per le tasche dei cittadini, che proprio in questi giorni si preparano a versare l’ultima rata dell’Imu (la scadenza è il 17 dicembre) e dovranno pagare di più non solo se posseggono seconde o terze case, ma anche per l’abitazione principale. L’aliquota infatti è stata incrementata dallo 0,40 allo 0,55 per cento (ne abbiamo dato dettagliata notizia su Noi Brugherio n. 38 del 10 novembre scorso). In pratica per effetto dell’incremento dell’Imu ogni brugherese (neonati compresi) pagherà 46 euro in più di tassa sulla casa.
Il rispetto del Patto di stabilità interno per l’esercizio 2012 è certificato la relazione dei tre revisori del bilancio municipale (Enzo Mantegazza, Francesca Borzomì e Matteo Vertemati), pubblicata dal sito del Comune. Nel dettaglio emerge un avanzo economico di 1.640.433 euro, gran parte del quale derivante proprio dalle previsioni di incasso dell’Imu. L’avanzo compenserà i mancati incassi previsti dal piano di vendita di beni comunali, che come è noto non ha registrato nessuna offerta di acquisto e che il commissario ha demandato nella sua eventuale prosecuzione al sindaco che verrà eletto in primavera. Per compensare il totale della mancata entrata dalle vendite (si prevedevano 3 milioni di euro) sarà però anche necessario estinguere anticipatamente un muto contratto dal Comune con la Cassa depositi e prestiti.
A proposito di Imu, c’è inoltre da segnalare un grave disservizio: nei giorni scorsi il calcolo automatico dell’imposta sul sito del Comune era sospeso «in fase di aggiornamento». Forse non proprio nel periodo giusto, visto che mancano pochi giorni alla scadenza e siamo nella fase di picco del suo utilizzo.

Articolo aggiornato al 4 dicembre 2012

Continua a leggere

Di più Comune

To Top