Contattaci

Noi Brugherio

Bilanci di fine stagione per la Brugherio sportiva. Addio juniores

Sport

Bilanci di fine stagione per la Brugherio sportiva. Addio juniores

Conclusa la stagione agonistica, è tempo di bilanci per la società ciclistica Brugherio Sportiva.

I risultati più rilevanti sono arrivati da Christian Scerbo, della categoria juniores, arrivato terzo al Giro di Brianza e quarto al Ghisallo.

Buoni piazzamenti anche per Nicolò Corbetta, terzo nel memorial Astrua. Tra gli allievi è andato bene Edoardo Broggini, giunto secondo al Giro della Valseriana.

Il termine della stagione è stato festeggiato con il tradizionale pranzo societario, a cui hanno partecipato 150 persone.

Non è stato vinto alcun trofeo, ma il presidente Giuseppe Quartarone non se ne dispera: «È normale che ci siano degli anni in cui non si vince nulla. Ma portare a casa trofei non è il nostro obiettivo. Quello che vuole fare la nostra società è trasmettere i valori veri di questo sport e favorire una divulgazione più ampia del ciclismo».

La Brugherio Sportiva quindi, non guarda ai risultati ma vuole trasmettere valori importanti, come quelli formativi ed educativi. «Siamo una società sana e c’è purezza nel nostro dna. Quello che trasmettiamo non è quello che viene purtroppo trasmesso dai media, coi casi eclatanti che creano un’ombra sul ciclismo» spiega ancora il presidente.

Quartarone è al secondo anno di presidenza, dopo che il passato presidente Mario Rizzi ha lasciato dopo 17 anni. «C’è una fiamma nel corpo di ognuno di noi che porta ad impegnarci senza chiedere soldi alla società. Siamo tutti volontari, dagli allenatori fino ai componenti dell’ammiraglia. Lo sport deve essere vissuto bene dai ragazzi e vogliamo dare la disponibilità di provare a tutti quanti» racconta Quartarone.

Attualmente la società è composta da 20 corridori, suddivisi in 3 squadre: juniores, allievi e giovanissimi. Ma dalla prossima stagione la squadra juniores non ci sarà più. È infatti difficile mantenere la squadra per questioni economiche, soprattutto in momento come questi. «Per fortuna ci sono sponsor, come la Metallegno, che ci sostengono da sempre» dichiara il presidente.

Ma c’è un altro motivo per cui la squadra non ci sarà più: Marco Cattaneo, allenatore della juniores, è stato richiesto da un’altra società, la Cremonese. «È nato allora un accordo tra le due società e alcuni nostri ragazzi si trasferiranno a correre con loro. In questo modo è un’opportunità sia per Cattaneo, che è un allenatore molto valido, che per i ragazzi che avranno l’occasione per crescere» annuncia il presidente.

Altro membro importante dello staff societario è Raffaele Cattaneo, vice presidente e padre di Marco. «Ho sempre dato una mano in società e lo faccio anche io per passione. Per noi i risultati non contano, soprattutto per i giovanissimi lo sport deve essere divertimento» spiega Cattaneo.

Altro obiettivo della società è quello di cercare di collaborare con le altre realtà di ciclismo presenti a Brugherio, dando così «un’opportunità in più ai ragazzi. Trovo sbagliato che ci sia competizione tra le società del territorio, se un nostro ragazzo dovesse passare alla MTB Brugherio ne sarei felice» conclude Quartarone.

Nel periodo invernale i ragazzi si allenano in palestra, mentre gli allenamenti in bici riprenderanno a gennaio. Le prime gare ci saranno da metà marzo in poi.

Info: Giuseppe Quartarone, 3355494844;
Brugherio Sportiva, via Cavour 1;
Bicidea, via Nazario Sauro 12.

Continua a leggere

Di più Sport

To Top